Focus Fest – La creatività è rock

La creatività rock arriva al Biografilm. Dalla street art di tutto il mondo alla protesta contro le scritte fuori luogo fino ai reduci dei The Morphine. La Fame artistica è inarrestabile. Giacomo Abbruzzese e Angelo Milano se ne sono accorti e nel loro documentario raccontano non solo la genesi del festival omonimo ma anche l’auto-ironia nel fermare l’iniziativa nel momento giusto. In genere si raccontano storie di artisti che sfogano la propria arte sui muri, in “The Hate Destroyer” la storia è al contrario. La sua protagonista dal 1985 cancella le scritte che trove per strada. Pulisce le vie di Berlino dalle scritte dell’odio”. Sono low-rock e sono i “Vapors of Morphine”. Dal Massachusetts al Biografilm park un gruppo che ha saputo rinnovarsi e andare avanti pur mantenendo il proprio mood musicale e il rispetto per il suo cantante originario che non c’è più.

Giornalisti Margherita Bordino e Chiara Nicoletti
Operatori di ripresa Andrea Protto e Marco Cappellesso
Post produzione Giulio Riservato