Il cinema racconta il potere della scrittura

I tre film di oggi al Biografilm hanno tutti una rapporto curioso con la parola scritta, la criticano, la espongono o la celebrano. La Bibbia e la potenza delle sue parole in sovrimpressione in The Student di Serebrennikov; Neruda, il poeta, celebrato in una specie di strano poliziesco firmato da Larrain e poi la parola degli ebrei ortodossi che rivivono la propria vita in Thy Father’s Chair.